Ipnosi come trattamento di trauma, stress e violenza

Questo articolo consiste nel riassunto del capitolo “Disturbi correlati a traumi e fattori di stress” (di Gianluca Graziani, psicologo, psicoterapeuta, ipnoterapeuta ericksoniano), contenuto nel saggio Blue Book, La guida all’ipnosi evidence based (a cura di G. De Benedittis, C. Mammini, N. Rago).

Ipnosi e trauma

L’esposizione a traumi o a eventi stressanti ha degli effetti variabili. È la percezione degli eventi, piuttosto che i fatti in sé  a rappresentare la variabile critica ad innescare gli effetti negativi di questi due fenomeni. Tra i sintomi conseguenti ad esperienze traumatiche e stressanti si evidenziano: paura, ansia, alterazioni dell’umore, episodi dissociativi, rabbia.

Epidemiologia

Il PTSD (disturbo post-traumatico da stress) ha una prevalenza che va dall’1% al 9%. Si manifesta soprattutto nella popolazione femminile e in alcuni gruppi particolarmente esposti a traumi (come nel caso di guerre, deportazioni o stupri) ha una prevalenza che va dal 40% al 70%.

Classificazione

Secondo il DSM-5 (2014):

  • disturbo reattivo dell’attaccamento
  • PTSD (disturbo post-traumatico da stress)
  • disturbo da stress acuto
  • disturbo dell’attaccamento.

Clinica del PTSD

Il PTSD consiste in un quadro di gravi sofferenze psicologiche che si manifestano in seguito ad eventi traumatici o violenti. Flashback, stordimento, confusione, evitamento di situazioni connesse al trauma. incubi, iper-attivazione sono i sintomi più frequenti.

Eziologia

Il PTSD (disturbo post-traumatico da stress): alta reattività psicologica/bassa resilienza rispetto agli eventi traumatici.

Principi di trattamento

Psicoterapia ipnotica, psicoterapia cognitivo-comportamentale, psicoanalisi, psicoterapia relazionale e familiare, farmacoterapia, training autogeno, rilassamento.

Indicazioni cliniche

L’ipnosi risulta utile nel trattamento dei sintomi connessi a traumi e stress, in particolare nel PTSD con l’obiettivo dell’abbassamento dell’attivazione fisiologica, aumentando la capacità di rilassamento.

Tecniche ipnotiche

Chi presenta sintomi post-traumatici è particolarmente adatto al trattamento con l’ipnosi: si tratta di persone maggiormente ipnotizzabili. Oltre ad insegnare al paziente traumatizzato opportune procedure di rilassamento, l’ipnosi serve per intervenire sul dolore, sui sogni post-traumatici e sui sintomi dissociativi. L’ipnosi serve ad abbassare i livelli di ansia, regolando l’attivazione psico-fisiologica, agisce inoltre sulla presenza di eventuali convinzioni disfunzionali, consentendone l’elaborazione. La regressione in ipnosi ha l’obiettivo generale di ridimensionare o eliminare del tutto gli effetti del trauma sulla più vasta dimensione emozionale della persona coinvolta. L’intervento a un livello più globale ha ovviamente l’obiettivo di generare un miglioramento nella qualità delle relazioni.

Risultati clinici

L’efficacia del trattamento ipnotico del PTSD sembra essere a lungo termine.

Considerazioni conclusive sull’ipnosi nel trattamento dei disturbi correlati a traumi e fattori di stress

Pur non esistendo un numero sufficiente di studi controllati, studi aneddotici evidenziano un’elevata efficacia.

BIBLIOGRAFIA

G. De Benedittis, C. Mammini e N. Rago (a cura di), (2018), Bluebook. La guida all’Ipnosi Evidence Based, Franco Angeli, Milano.

Gaia Berio – psicologa psicoterapeuta a Genova Arenzano On-Line

3486028718 – 3713095423

 

About The Author

Related Posts