come uscire dalla depressione

Come uscire dalla depressione?

In questo articolo desidero condividere con te il mio modo di lavorare sui casi si depressione.

Se stai leggendo queste righe molto probabilmente desideri informarti su come uscire dalla depressione per te, per il tuo partner o per un tuo amico.

Innanzitutto, se temi di stare vivendo un periodo caratterizzato da una più o meno evidente riduzione del tono dell’umore, la cosa più opportuna da fare è quella di rivolgersi a un professionista della salute mentale.

Come psicoterapeuta sistemico-relazionale, vorrei porre l’accento sul fatto che i disturbi psichici arrivano progressivamente a costruirsi nei contesti intersoggettivi (Ugazio, 2012).

La depressione, quindi, non consiste in  una dolorosa e angosciante esperienza del nostro mondo interno, bensì del nostro mondo relazionale.

In fondo i nostri paesaggi interiori da cosa sono composti se non dal costante scambio tra noi e tutto ciò che sta là fuori?

Il contesto definisce il nostro agire mentre il nostro agire va a ridefinire i contesti nei quali siamo creatori attivi di cambiamento.

Quest’ultimo processo vitale – cioè il definirsi – e quindi essere creativi e competenti nel generare cambiamenti sui contesti – è un fattore davvero compromesso durante l’esperienza, esistenziale della depressione.

Qui risiede gran parte del nucleo del problema di queste vite dove la visione negativa è pervasiva: diretta a sé, al mondo, al futuro (Beck).

La vita relazionale nei pazienti depressi

Linares e Campo (2000) sottolineano, e con ragione, che i depressi gravi, così come i bipolari, sono tra i pochi pazienti psichiatrici a stabilire una relazione di coppia stabile e significativa. (Ugazio, 2912)

La relazione di coppia nelle depressioni gravi è un legame preziosissimo per lo stesso psicoterapeuta sistemico che, proprio per questo motivo, spesso propone un intervento sulla coppia anziché, come altri approcci alla psicoterapia prevedono, sulla singola persona.

Questo capita perché la psicoterapia sistemico-relazionale cura nella relazione e tramite la relazione.

Sarebbe come dare energia al vento evitare di sfruttare la forza di una coppia solida per affrontare il dramma, il dilemma della persona depressa: quello dell’esclusione, del rifiuto, del distacco, dell’emarginazione (la polarità critica della semantica dell’appartenenza).

Proprio per questo l’esperienza  della psicoterapia in casi di questo tipo è spesso opportuno che coinvolga (non è detto l’intero percorso) il partner del paziente depresso.

Queste sono delle indicazioni che potranno servirti per sapere come uscire dalla depressione se ti rivolgerai a uno psicoterapeuta sistemico.

Altri 2 strumenti fondamentali per comprendere come uscire dalla depressione oltre al lavoro sulla coppia

Altri due elementi quasi sempre necessari per intervenire a 360 gradi su situazioni di questo tipo – tenendo a mente l’infinita variabilità delle storie di ciascuno di noi, e perciò della progettazione del trattamento da parte dello psicoterapeuta – sono:

  • il trattamento farmacologico e la consulenza psichiatrica
  • un adeguato training alla meditazione di consapevolezza (mindfulness), che permetta di raggiungere una maggiore conoscenza dei propri stati interiori.

 

http://spazidicostruzione.it/perche-scegliere-la-psicoterapia-della-famiglia/

Se ritieni che questa modalità di intervento possa esserti di aiuto, sarò felice di ascoltare la tua storia.

Gaia Berio Psicologa Psicoterapeuta Genova Arenzano On-Line 371 3095423

 

About The Author

Related Posts