Ansia: imparare a meditare per dominarla e prevenirla

Imparare a meditare consente di dominare l’ansia

Come tutti sappiamo l’ansia è molto diffusa.

Qui voglio illustrare i vantaggi della meditazione su alcuni fattori relazionali che possono diventare fonte di ansia.

Iniziare ad apprendere le basi della meditazione è più semplice di quanto si possa pensare.

Negli Stati Uniti un sondaggio governativo di poco tempo fa ci dice che il 10% degli adulti medita (S. Bodian, 2014).

Sempre più studi ci illustrano poi quanto le tecniche di meditazione (che sono numerosissime e affascinanti) possano trasformare stati ansiosi, stress, emozioni negative e il generale stato di salute e benessere, incrementando e arricchendolo di esperienze.

Dalla consapevolezza sul respiro alla consapevolezza di sè

Focalizzare ad esempio la nostra consapevolezza sul respiro è una tecnica base che richiede pochi minuti di sperimentazione per valutare come ci si sente dopo e durante l’esperienza.

Respirare profondamente e concentrarci sul ciclo del respiro: questo è un semplice esempio.

Estendere poi la consapevolezza a tutti gli ambiti della vita, se deciderete di praticare con costanza le tecniche di meditazione, sarà lo step successivo a cui sarà difficile sottrarsi, una volta verificati gli effetti trasformativi e rivoluzionari del vivere consapevoli.

È incalcolabile la quantità di rinforzi positivi che si possono ottenere grazie alle tecniche meditative.

Litigare di meno con il partner.

Accogliere con sorrisi un tempo impensabili le richieste dei figli.

Evitare di rimuginare su un disguido avvenuto la mattina al lavoro.

Coltivare con sincera e generosa dedizione la collaborazione con i colleghi.

Sarà persino possibile che inizieranno a cambiare i vostri gusti sui film, sui romanzi o sulla musica.

Provare rabbia inizierà a diventare un’esperienza che osserverete con distacco e quasi con curiosità.

Le risposte automatiche scompariranno per dare spazio a quelle consapevoli.

Certo servirà pratica e costanza.

La cosa che a me stupisce sempre è quanto la meditazione può semplificare la vita.

I vantaggi della meditazione sono pratici

I rinforzi positivi – i successi, il benessere interiore – contribuiranno a incuriosirvi maggiormente, questo vi porterà a sperimentare nel tempo tecniche vostre che imparerete a creare ad hoc, a coinvolgere magari i figli, il partner o i colleghi di lavoro, in questa esperienza rivoluzionaria.

In cosa può aiutare la meditazione?

Ad avere molto più potere.

Come?

Cambiando nel tempo la rappresentazione mentale che abbiamo costruito su noi stessi.

Osservando i nostri giudizi e quelli degli altri, non più come “la verità”.

Resistendo al dolore.

Sentendovi sempre meno separati dagli altri.

La percezione di solitudine e separazione ci costringe a entrare in schemi di azione protettivi, al fine di assicurarci “la sopravvivenza”.

Rimanere sempre in una condizione di difesa è uno stato che ci farà regalare un’incredibile quantità di energia al vento!

Ti invito a consultare questo articolo, scoprirai come gli stati ansiosi sono condizionati e provocati dai contesti in cui viviamo.

Una leggenda da ricordare

“I tibetani narrano una storia meravigliosa sul grande maestro di meditazione Milarepa, vissuto circa 900 anni fa. Milarepa cercava caverne nascoste in cima all’Himalaya dove potervi praticare la meditazione.

Un giorno trovò una grotta abitata da un gruppo di demoni, che lo distraevano dalla pratica. […]

Cercò dapprima di domarli, ma quelli non si diedero per vinti.

Decise allora di onorarli e di allargare anche a loro la compassione: metà di loro se ne andò.

Quelli che rimasero furono da lui accolti a cuore aperto e invitati a tornare tutte le volte che lo desiderassero.

A questo invito tutti i demoni se ne andarono immediatamente, con l’eccezione di uno particolarmente feroce.

Senza alcun timore per il proprio corpo, e con tutto l’amore e la compassione di cui era capace, Milarepa si avvicinò al demone e mise la testa tra le sue fauci, in segno di offerta.

Il demone a quel punto sparì senza lasciare traccia e non riapparve mai più.

[…] La prossima volta che vi troverete a lottare con i vostri demoni interiori – emozioni e stati d’animo sgradevoli o inaccettabili – immaginatevi che cosa potrebbe succedere se, invece di cercare di cacciarli via, imparate ad accoglierli”.

Questo testo è tratto da: Stephen Bodian, Meditazione for dummies, Hoepli


Se sei interessato ad avere maggiori informazioni su un intervento di questo tipo per te, per il tuo partner, per tuo figlio, puoi contattarmi qui.

Related Posts